Like and follow!
Please reload

Tag
Please reload

Archive

January 15, 2018

Please reload

Posted

Venezia, the one

January 15, 2018

1/7
Please reload

Take a look around
  • Black Facebook Icon
  • Black Instagram Icon
  • Black Twitter Icon

Noi si va a Firenze!

June 14, 2017

1/12

 

Ebbene sì, noi si va a Firenze!

Sveglia presto, caffè, sonno non mi avrai, caffè, mi preparo e vado in stazione, caffè e brioche. 

Sono ferma a Milano Rogoredo in attesa del treno per Firenze e già sento le farfalle nello stomaco, come quando da piccola aspettavo il pullman della gita. 

 

Mangio la mia brioche e mi ritorna in mente quel poco di Toscana che avevo visitato con la mia famiglia, tra vacanze e competizioni sportive. Ricordo come fosse ieri quel campionato nazionale a Arezzo... una delle mie ultime gare nel Volteggio a cavallo, uno sport bellissimo... ma bando alle ciance...E' arrivato il treno! Si va!


Poco più di un'ora e mezza dopo, eccomi arrivata. Suonerà un po' masochista ma a me piace girare a piedi, ci vuole più tempo ma faccio foto, ogni piazza ha i suoi discorsi, ogni incrocio ha la sua storia, ci sono troppi dettagli unici per optare per un bus o un taxi e trasformare tutti questi paesaggi in scie di rumori e colori confusi.
Fate un sacrificio, andate a piedi. Lo dico soprattutto a chi verrà con voi, perchè se siete amanti della fotografia come me, chi vi sta accanto non avrà amica migliore della Pazienza. Gli occhi hanno bisogno di tempo, analizzano e fotografano prima ancora della macchina fotografica.

Firenze è uno degli esempi più azzeccati di città piacevolmente percorribile a piedi.

 

Avrete modo di sentire un sottofondo costante: il dialetto toscano, uno spasso. 

La cadenza, la C aspirata e i modi di dire lo rendono uno dei miei dialetti preferiti.

 

Cosa non dovete perdervi: il Duomo (la cattedrale di Santa Maria del Fiore), la basilica di Santa Croce, gli Uffizi, Ponte Vecchio, Piazza della Signoria e Palazzo Pitti. 
Ci sarebbe molto altro ancora da vedere, ma a voi non è venuta fame?
Consiglio un piccolo baracchino su quattro ruote con ben 4,5 stelle su TripAdvisor appostato in un vicolo vicino a Piazza della Signoria.

Tra le diverse specialità troverete degli ottimi panini con bollito o con il famosissimo lampredotto (tipico del posto).  Per me un panino con tutte le salse, grazie!

 

Una bella pausa ristoratrice prima di una serie di vasche avanti e indietro su Ponte Vecchio, a rifarsi gli occhi alle vetrine delle gioiellerie.

In una giornata ci stanno almeno due o tre giri del centro città, a meno che non vogliate mettervi in coda per entrare al Museo degli Uffizi. Bene, in questo caso, un bel respiro e preparatevi ad una lunga attesa. Ne vale la pena, al massimo fate un giro in meno del previsto.

Oh, e ora? Cerchiamo un souvenir come si faceva in gita prima di tornare verso la stazione. 

 

Una giornata che ne racchiude almeno cinque, intensa, come piace a me.


Saluto Firenze dal finestrino del vagone con un sorriso e uno sbadiglio... perchè dalle belle gite si tornava sempre stanchi morti ma contenti.


 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

#sararossatelliphotography

All rights reserved